Home | Normativa |

Normativa

L’elemento cardine dell’impianto normativo nazionale sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche è il Decreto Legislativo 14 marzo 2014 n. 49, che recepisce la direttiva europea 2012/19/UE sui RAEE, entrata in vigore il 13 agosto 2012 in sostituzione delle direttive precedenti e fondata sul principio del “chi inquina paga”.

Decreto Legislativo 14 marzo 2014 n. 49

Il D. Lgs. 49/2014 disciplina la gestione e il corretto trattamento dei RAEE e identifica il nuovo target di raccolta a cui devono tendere i Paesi europei a partire dal 2019: il 65% del peso medio delle AEE immesse sul mercato nei tre anni precedenti.

Articoli decreti attuativi del D. Lgs. 49/2014 non pubblicatiTemaSintesi
Art. 18 comma 4 D. Lgs. 49/2014Trattamento adeguatoIl MATTM, avvalendosi del CdC RAEE e dell’ISPRA, determina con decreto i criteri e le modalità tecniche di trattamento ulteriori rispetto a quelli contenuti negli allegati VII e VIII e le relative modalità di verifica, in conformità alle norme minime di qualità definite dalla Commissione europea entro tre mesi dalla loro adozione.
Art. 18 comma 7 D. Lgs. 49/2014Trattamento adeguato – incentivi EMASCon decreto del MATTM, d’intesa con i ministri dello Sviluppo economico, della Salute e dell’Economia e delle finanze, da adottare entro tre mesi dalla data dell’entrata in vigore del presente decreto, sono definite misure per incentivare l’introduzione volontaria, nelle imprese che effettuano le operazioni di trattamento dei RAEE, dei sistemi certificati di gestione ambientale sull’adesione volontaria delle organizzazioni a un sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS).
Art. 20 D. Lgs. 49/2014AutorizzazioniCon decreto adottato ai sensi dell’art. 214 del D. Lgs. 152/2006, sono disciplinate le operazioni di recupero dei RAEE non pericolosi, sottoposte alle procedure semplificate.

Normativa generale

Il D. Lgs. 118/2020 è un’attuazione degli artt. 2 e 3 della direttiva (UE) 2018/849, che modificano le direttive 2006/66/CE relativa a pile e accumulatori e ai rifiuti di pile e accumulatori e 2012/19/UE sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Fa parte del cosiddetto pacchetto “Economia circolare”, che comprende anche il D. Lgs. 116/2020, in attuazione delle direttive (UE) 2018/851 che modifica la direttiva 2008/98/CE relativa ai rifiuti e (UE) 2018/852 che modifica la direttiva 1994/62/CE sugli imballaggi e i rifiuti di imballaggio.

Leggi il D. Lgs. 118/2020

Leggi il D. Lgs. 116/2020

Il D.M. 25 settembre 2007 n. 185, successivamente modificato dal D. Lgs. 49/2014, istituisce gli organi di gestione del sistema RAEE quali il Registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei RAEE, il Centro di Coordinamento RAEE e il Comitato di indirizzo sulla gestione dei RAEE.

Leggi il D.M. 185/2007

Il D. Lgs. 152/2006 rappresenta il Testo unico ambientale e contiene la disciplina generale e organica in materia di rifiuti. Prevede l’emanazione di decreti attuativi per la sua implementazione.

Leggi il D. Lgs. 152/2006 – parte quarta coordinato con modifiche al 2020

Per i Comuni

Il D.M. 8 aprile 2008, successivamente modificato dal D.M. 13 maggio 2009, disciplina l’attività dei centri di raccolta comunali o intercomunali destinati a ricevere i rifiuti urbani e assimilati, conferiti in maniera differenziata dai cittadini e dai soggetti tenuti al ritiro dalle utenze domestiche, allo scopo di agevolare l’incremento dei quantitativi di raccolta differenziata e il conseguimento degli obiettivi specifici previsti.

Leggi il D.M. 8 aprile 2008

Per i rivenditori di AEE

Il D.M. 121/2016 regola le modalità semplificate per lo svolgimento delle attività di ritiro gratuito dei RAEE di piccolissime dimensioni da parte dei rivenditori di AEE.

Leggi il D.M. 121/2016

Il D.M. 65/2010, successivamente modificato dalla legge 6 agosto 2013 n. 97 e integrato dal D. Lgs. 49/2014, dispone il regolamento recante le modalità semplificate di gestione dei RAEE da parte dei rivenditori e degli installatori di AEE, nonché dei gestori dei centri di assistenza tecnica di tali apparecchiature.

Leggi il D.M. 65/2010

Per i produttori di AEE

Il decreto 19 maggio 2020 è un’attuazione delle direttive delegate della Commissione europea (UE) 2019/1845 ed (UE) 2019/1846, di modifica del D. Lgs. 27/2014, sulla restrizione di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Leggi il Decreto 19 maggio 2020

Il decreto 68/2017 regola le modalità di prestazione delle garanzie finanziarie da parte dei produttori di AEE ai sensi dell’art. 25, comma 1, del D. Lgs. 49/2014.

Leggi il Decreto 68/2017

Il D.M. 17 giugno 2016 è un’attuazione dell’art. 41 del D. Lgs. 49/2014 e definisce le tariffe a carico dei produttori di AEE per la copertura degli oneri di monitoraggio e controllo del sistema di gestione dei rifiuti elettrici ed elettronici. Sono a carico dei produttori di nuove apparecchiature anche gli oneri relativi al funzionamento del Comitato di vigilanza e controllo, del Comitato di indirizzo sulla gestione dei RAEE e di tenuta del Registro nazionale dei soggetti obbligati al finanziamento dei sistemi di gestione dei RAEE.

Leggi il D.M. 17 giugno 2016

Leggi l’Allegato 1 al D.M. 17 giugno 2016

Leggi l’Allegato 2 al D.M. 17 giugno 2016

Leggi l’Allegato 3 al D.M. 17 giugno 2016

Il decreto 140/2016 definisce criteri e modalità per favorire la progettazione e la produzione ecocompatibili di AEE, ai sensi dell’art. 5, comma 1 del D. Lgs. 49/2014.

Leggi il Decreto 140/2016