Il Modulo Segnalazione Anomalie (MSA)

Il Modulo Segnalazione Anomalie (MSA) è lo strumento messo a disposizione dal CdC RAEE per la segnalazione e la risoluzione di eventuali controversie tra sottoscrittori e sistemi collettivi, riguardanti il mancato rispetto delle condizioni di servizio previste dall'Accordo di Programma. È uno strumento compilabile direttamente online, gestibile mediante un'interfaccia intuitiva che consente anche di mantenere traccia della storia delle anomalie rilevate/ricevute e di allegare documenti.

Il sistema guida nella compilazione, visualizzando solo le opzioni e le informazioni coerenti con il caso specifico e segnalando con opportuni messaggi di errore l'inserimento di dati non validi. Per permettere alle controparti un confronto sull'anomalia segnalata è attiva la funzione di contestazione dell'MSA che può essere inserita entro sette giorni lavorativi a partire dalla data di rilevazione. Dopo 12 giorni lavorativi senza contestazione il modulo viene chiuso come se fosse stato "accettato" dalla controparte. L'inserimento e gli aggiornamenti degli MSA online sono notificati tramite e-mail al sottoscrittore stesso e al sistema collettivo competente.

Per alcune situazioni sono riconosciute sanzioni e penali definite dall'Accordo di Programma (art. 15 del d.lgs. 49/2014). Il sottoscrittore, per esempio, che segnala un ritardo nel ritiro ha diritto a una penale economica riconosciuta dal sistema collettivo di valore incrementale a seconda dei giorni di ritardo. Allo stesso modo, il centro di raccolta perderà il premio di efficienza per le missioni nelle quali si riscontri una presenza di RAEE cannibalizzati superiore al 30%.

È comunque possibile segnalare tramite l'MSA anche altre criticità non previste dall'Accordo di Programma, mediante l'apposita voce "Anomalia generica".

Il manuale operativo per la compilazione e la gestione dell'MSA è disponibile sul portale www.cdcraee.it, nell'area riservata dei sottoscrittori. Grazie all'MSA è possibile, quindi, monitorare le situazioni anomale, e agire sul sistema in un'ottica di miglioramento, una volta individuate le criticità più frequenti.