Rinnovato l'Accordo per i centri di raccolta comunali

Nella prima parte dell’anno il CdC RAEE ha lavorato alla finalizzazione del documento per la gestione dei centri di raccolta. L’Accordo, firmato ad aprile da CdC RAEE, Anci, Aziende della raccolta e Produttori di AEE, avrà una durata di tre anni. 

Nel documento sono confermate e aggiornate le indicazioni operative già previste nella precedente versione (tempi di servizio, unità di carico fornite, anomalie…) e sono introdotte importanti azioni a favore dell’incremento della raccolta di RAEE.

Particolare attenzione è stata riservata all’aspetto economico, che si contraddistingue per essere più vantaggioso per i Sottoscrittori: i premi stabiliti per i Sottoscrittori dei centri di raccolta sono stati, infatti, aumentati e arrivano a 54 €/ton per R1 e R3, 113 €/ton per R2 e R4, 290 €/ton per R5. Ogni Sottoscrittore riceverà trimestralmente i contributi di cui ha diritto sulla base della raccolta effettuata. Ricordiamo che lo scorso anno sono stati riconosciuti complessivamente quasi 17 milioni di euro in premi di efficienza, cifra destinata ad aumentare.

Un’altra buona notizia è che i premi potranno crescere ancora nel 2020, se la raccolta nazionale aumenterà di almeno il 5%.

A favore di una raccolta sempre maggiore ed efficiente è disponibile, inoltre, il Fondo Infrastrutturazione (da 1,5 a 3 milioni di euro annui) e il Fondo Comunicazione (200.000 euro per il 2019, 400.000 euro per il 2020 e 2021) per finanziare progetti presentati dai Sottoscrittori tramite la partecipazione a specifici bandi. Anci si occuperà direttamente della gestione delle segreterie dei bandi. 

Ulteriori approfondimenti su specifiche condizioni dell’Accordo saranno forniti nelle successive newsletter.