Focus sulla Raccolta

Andamento raccolta RAEE

Il primo semestre del 2019 si chiude con 156.230 tonnellate di RAEE raccolti, 13.349 in più rispetto agli stessi mesi del 2019 pari al +9%. È il primo trimestre che contribuisce maggiormente all’incremento della raccolta, pari a 8.944 tonnellate in più rispetto ai primi tre mesi del 2018, corrispondenti a un +13%, mentre nel secondo trimestre si registra un rallentamento, caratterizzato comunque da un +6% rispetto al pari periodo dell’anno precedente.

Dettaglio raccolta per raggruppamento e macroaree

Il Nord Italia si conferma la macroarea con il maggior numero di RAEE raccolti (86.274 ton; +8%), mentre il Centro Italia fa registrare l'incremento maggiore rispetto al primo semestre 2018 (+13%) per un totale di 36.219 ton raccolte. Sud e isole si fermano a 33.737 ton, segnando comunque un incremento positivo (+9%). Con +17%, il raggruppamento di elettronica di consumo (R4) è quello che registra il maggior incremento, dato rilevante per la difficoltà storica di raccolta di questa tipologia di apparecchiature. Anche in R2 e R1 si evidenzia un trend di crescita interessante, rispettivamente +11% e +8%, mentre R5 ha un incremento più contenuto (+4%). In linea con le aspettative è la decrescita registrata in R3 (-1%), effetto della sostituzione dei televisori a tubo catodico con i più leggeri schermi piatti.

Tasso di puntualità

Nel primo semestre sono stati eseguite 84.735 richieste di ritiro, 42.263 nel primo trimestre e 42.472 nel secondo; nel 99,40% dei casi i prelievi sono stati effettuati entro i termini previsti dagli Accordi di programma in essere e solo 508 ritiri sono stati effettuati oltre tali limiti, a dimostrazione dell'efficienza del servizio offerto da parte dei Sistemi Collettivi, che si sono dati come target minimo la puntualità nel 97% delle missioni a chiamata.