Il conferimento di RAEE della distribuzione ai centri di raccolta

L'articolo 12 del Decreto legislativo 49/2014 relativo alla raccolta differenziata dei RAEE domestici prevede che i centri di raccolta comunali consentano ai distributori, agli installatori e ai gestori dei centri di assistenza tecnica di conferire gratuitamente i RAEE prodotti nel territorio comunale. Il conferimento di RAEE prodotti in altri Comuni è invece consentito solo previa sottoscrizione di un'apposita convenzione con il Comune di destinazione.

Sul sito del Centro di Coordinamento RAEE vengono indicati i centri di raccolta che hanno manifestato la propria disponibilità a ricevere i RAEE del proprio territorio o extra territorio.
I distributori per legge hanno l'obbligo di ritirare i RAEE in base alle modalità "1 contro 1" e "1 contro 0". I retailer iscritti al Centro di Coordinamento RAEE possono pertanto stipulare attraverso il portale la convenzione con il CdR, laddove necessario.

I distributori, gli installatori e i centri di assistenza tecnica che sottoscrivono l'Accordo di programma si avvalgono di alcune facilitazioni per il conferimento diretto dei RAEE domestici ai centri di raccolta comunali ritirati presso i consumatori direttamente o tramite terzi che agiscono a loro nome. Per quanto riguarda i retailer, è obbligatorio prenotare il conferimento presso il CdR qualora i quantitativi di RAEE siano rilevanti: superiori a 200 kg o, comunque, non oltre quattro pezzi se di peso superiore a 200 kg complessivi.

A loro volta, i centri di raccolta posti nei Comuni hanno l'obbligo di ritirare i RAEE domestici conferiti dalla distribuzione, in caso contrario non potranno avere accesso al Premio di efficienza previsto dall'Accordo di programma, indipendentemente dai quantitativi raccolti. Questo perché l'aumento della raccolta differenziata dei RAEE è obiettivo di interesse generale e costituisce la condizione fondamentale per garantire la massima efficienza del sistema. Di conseguenza, tutti i soggetti coinvolti devono essere incentivati a operare in conformità alla normativa vigente.