I Soci

I soci sono i Sistemi Collettivi che costituiscono il CdC RAEE e gestiscono i RAEE provenienti dai nuclei domestici: Apiraee - Cobat RAEE - Consorzio RLG - Ecodom - Ecoem - Ecolamp - Ecolight - Ecoped - EsageRAEE - ERP - PvCycle Italia - Remedia - Ridomus.

Assemblea

 

L'Assemblea è composta da un rappresentante per ciascun Sistema Collettivo, esercita la funzione di gestione e controllo di tutte le operazioni del Centro di Coordinamento RAEE.

Nello specifico: impartisce le direttive generali di azione del CdC RAEE e delibera sugli altri argomenti attinenti la gestione del CdC RAEE riservati alla sua competenza dallo Statuto e dalla legge; inoltre discute e approva il bilancio di previsione.

 

Tutte le funzioni dell'Assemblea sono riportate nello Statuto.

Comitato Esecutivo

 

Il Comitato Esecutivo è l'organismo preposto alla gestione ordinaria del Centro di Coordinamento RAEE.
Il Comitato Esecutivo è costituito da 7 componenti eletti dall'Assemblea su designazione dei Consorziati. Il Comitato Esecutivo e il Presidente durano in carica per la durata di due esercizi.

Al Comitato Esecutivo spetta:

 

  • predisporre il Bilancio Previsionale , da sottoporre all'Assemblea;

  • deliberare in merito all’adesione dei nuovi Consorziati fissando l'importo della quota di partecipazione al fondo consortile;

  • determinare la quota di contributi annuali a carico dei Consorziati, da sottoporre all'Assemblea;

  • la redazione del bilancio consuntivo del Centro di Coordinamento RAEE, da sottoporre all'Assemblea.

 

Il Comitato Esecutivo definisce infine le procedure interne che disciplinano l'attività del Centro di Coordinamento e delibera in merito all'eventuale assunzione di personale.

 

Attualmente il Comitato Esecutivo è composto dal Presidente Giorgio Arienti (Direttore Generale di Ecodom) e dai consiglieri Giancarlo Dezio (Direttore Generale di Ecolight), Danilo Bonato (Direttore Generale di Remedia), Francesco Chiesi (Presidente di EsaGerAEE), Giuliano Maddalena (Direttore Generale di Ecoped),Giuseppe Miretti (Presidente Consorzio Apiraee) e Michele Zilla ( Direttore  Generale del Consorzio COBAT Raee).

Organigramma

Lo Statuto

 

Lo Statuto definisce gli organi e le cariche consortili quali l'Assemblea dei Consorziati, il Comitato Esecutivo, il Presidente e il Collegio dei Revisori.

Il Regolamento

 

Il Regolamento ha lo scopo di garantire l'applicazione dello Statuto e, per quanto necessario, di assicurare il migliore funzionamento del Centro di Coordinamento RAEE.

 

Codice Etico

 

Il Codice Etico definisce i principi, i valori guida ed i modelli di comportamento ai quali i Sistemi Collettivi devono uniformare la propria condotta al fine di assicurare il corretto perseguimento degli scopi istituzionali del CdC RAEE.

Regolamento in materia di Sanzioni

 

Il "Regolamento in materia di Sanzioni" approvato dall'Assemblea del CdC RAEE il 12 Dicembre 2018, e in vigore dal 1 gennaio 2019, è lo strumento di autoregolamentazione del CdC RAEE. Il Regolamento ha l’obiettivo di garantire una concreta efficienza del servizio di ritiro dei RAEE e di assicurare un corretto funzionamento del CdC RAEE attraverso un meccanismo che prevede anche verifiche dell'operato e sanzioni in caso di comportamenti non a norma; inoltre tutela i Comuni che attrezzano i Centri di Raccolta, i cittadini che ne usufruiscono per il deposito dei loro RAEE e anche tutti i Sistemi Collettivi.

Modello Organizzativo D. Lgs. 231/2001

Ultimo aggiornamento 15 novembre 2018

 

Il Modello organizzazione, gestione e controllo ai sensi del Decreto Legislativo n. 231/2001 è un insieme di principi, procedure e disposizioni che incidono sul funzionamento interno del CdC RAEE e sulle modalità con le quali lo stesso si rapporta con l'esterno.

Il CdC RAEE ha adottato un proprio Modello 231, un valido strumento di sensibilizzazione per tutti coloro che operano nell'interesse o a vantaggio del CdC RAEE, affinché tengano comportamenti corretti e lineari, ed inoltre un efficace mezzo di prevenzione contro il rischio di commissione dei reati e degli illeciti amministrativi previsti dalla normativa di riferimento.

Il compito di vigilare sul funzionamento e l'osservanza del Modello 231 e di curarne l'aggiornamento è stato affidato dall'Assemblea del CdC RAEE ad un organismo, denominato "Organismo di Vigilanza", rappresentato dall'Avv. Barbara Calza. Ogni violazione o sospetto di violazione del Modello 231 e/o ogni altra informazione attinente all'attuazione dello stesso può essere segnalata all'Organismo di Vigilanza. Le segnalazioni devono essere inviate per posta elettronica al seguente indirizzo: odv@cdcraee.it

Politica della qualità

Ultimo aggiornamento 27 agosto 2018

Il Centro di Coordinamento RAEE è il soggetto identificato dal legislatore italiano che si occupa di ottimizzare e uniformare le modalità e le condizioni della raccolta, il ritiro e la gestione dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche in Italia da parte dei sistemi collettivi e vuol essere:

  • punto di riferimento per tutti i soggetti coinvolti nella filiera dei RAEE operando con essi secondo regole definite dall’Assemblea dei Soci e mediante procedure e regolamenti derivanti da specifici accordi e convenzioni;
  • soggetto che garantisce la raccolta dei RAEE in modo omogeneo su tutto il territorio nazionale favorendo le attività che, nel rispetto dell’ambiente, della salute e delle normative, mirano al raggiungimento dell’obiettivo di raccolta definito a livello europeo.

 
Il Centro di Coordinamento RAEE pone le aspettative, presenti e future, dei suoi consorziati e di coloro che da questi ricevono un servizio al centro delle sue attività. La soddisfazione di questi “clienti” è l’indicatore principale del suo successo.
 
Il Centro di Coordinamento RAEE punta a raggiungere prestazioni eccellenti.
L’impegno di tutti i Collaboratori è sempre profuso in coerenza con i principi di onestà, equità, rispetto e trasparenza previsti dal Codice Etico.
 
Il processo di miglioramento continuo si fonda sia sull’aggiornamento e sull’impiego di metodologie mirate sia sul trasferimento efficace delle conoscenze.
 
In particolare il Centro di Coordinamento RAEE:

  • agisce con uno staff che opera in stretta collaborazione e con scambio di informazioni e conoscenze con lo scopo di garantire la contaminazione delle competenze e lo sviluppo della professionalità;
  • mantiene costanti relazioni con le istituzioni e si impegna a supportarle nella definizione delle regole del sistema RAEE nazionale;
  • pone attenzione e cura ai processi comunicativi interni ed esterni prestando ascolto all’esigenze degli attori del sistema;
  • opera per l’impiego ottimale delle risorse disponibili;
  • è costantemente impegnato a garantire l’erogazione dei servizi nei tempi e nei modi richiesti dalla normativa;
  • si impegna ad operare una selezione costante di nuovi servizi di alto livello tecnologico attraverso l’adozione degli strumenti tecnici più innovativi e sicuri, rendendo più efficiente l’organizzazione e utilizzando tutte le potenzialità disponibili.

 
La sostenibilità dei processi e dei servizi erogati sono alla base della credibilità e della stima che il Centro di Coordinamento vuole costantemente ricevere dai suoi interlocutori.

Certificazione ISO 9001:2015

Al Centro di Coordinamento è stata riconosciuta da parte dell’ente Bureau Veritas Italia Spa la certificazione ISO 9001:2015.